Publications

Noi che galleggiavamo (PDF)

Noi che galleggiavamo (PDF)

A cavallo fra i generi del diario di viaggio e del saggio critico, Noi che galleggiavamo esplora l’atollo di Bikini come spazio della fantasia e del trauma. Situato in una remota regione dell’Oceano Pacifico, fra il 1946 e il 1958 le sue isole “paradisiache” furono sottoposte a ventitré tra le più potenti esplosioni della storia, nell’ambito dell’Operazione Crossroads, il programma di test atomici degli Stati Uniti. Da allora, il loro destino è stato in gran parte ignorato. Alternando il racconto personale del viaggio, in superficie e sotto il mare, con un’indagine critica della geografia postcoloniale, Noi che galleggiavamo elabora riflessioni più ampie sui temi del luogo e della soggettività. Queste scaturiscono da una serie di immersioni narrative, che affrontano vari aspetti, dai parametri psicologici ed estetici delle immersioni a grandi profondità, alla
poetica abietta delle navi, fino alla posta in gioco nella creazione di immagini subacquee. Con le sue vivide descrizioni di bunker di calcestruzzo su spiagge di sabbia bianca, della “flotta fantasma” di corazzate della Seconda Guerra Mondiale in rovina, di noci di cocco radioattive, e di molto altro, Noi che galleggiavamo è una storia di mare per i nostri tempi.


NADIM SAMMAN, JULIAN CHARRIÈRE, Traduzione del testo As We Used to Float (K. Verlag, Berlino 2018), Elisabetta Zoni, Introduzione,
MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna, ISBN 978-88-96296-50-9